Redazione Paese24.it

Amendolara. Le lacrime di una intera comunità per l’ultimo saluto a Ilaria Gentile

Amendolara. Le lacrime di una intera comunità per l’ultimo saluto a Ilaria Gentile
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Più che un funerale, una festa in onore di Ilaria Gentile, l’assessore comunale deceduta a soli 33 anni per un male incurabile. Ieri mattina (lunedì), in concomitanza con le celebrazioni del rito funebre, la cittadina si è fermata per un doloroso sentire comune oltre che per l’ordinanza del sindaco Pasquale Aprile che ha disposto il lutto cittadino. Tanta la folla commossa che ha partecipato al funerale della giovane Ilaria, occhi profondi e sorriso disarmante che una volta eletta in consiglio comunale con un ruolo in giunta, amava dire ai suoi compagni di cordata “Non guardatemi come un’ammalata ma come persona normale”. Lo racconta la collega assessore Paoletta Murgieri che riferisce del dolore lancinante dei familiari e di quello di tutta la comunità.

Ad officiare il rito funebre, don Nicola Arcuri, coadiuvato da don Vincenzo Santalucia, da don Diego Talarico, da don Franco Gimigliano e don Nicola Vilotta. Il Vescovo, monsignore Francesco Savino, si è collegato telefonicamente per esprimere il suo personale cordoglio e quello della Diocesi ai familiari. Che Ilaria Gentile fosse stimata oltre che amata, lo dimostrano i sindaci che hanno presenziato, in fascia tricolore, al rito funebre: Rosanna Mazzia di Roseto; Simona Colotta di Oriolo, Alessandro Adduci di Castroregio ed il vice sindaco di Alessandria del Carretto, Rocco Adduci. Ovviamente, c’era anche il sindaco di Amendolara, Pasquale Aprile, che ha ricordato Ilaria come donna ed amministratrice anche se per poco tempo. Al fratello Rocco, nostro collega giornalista, il compito di ringraziare tutti per le espressioni di affetto e solidarietà dimostrati. Ilaria lascia la figlia Ohana di soli tre anni, il marito Francesco Morano, i genitori Giuseppe e Anna Marino ed i fratelli Mariagrazia e Rocco che non hanno più lacrime da versare per l’immenso dolore causato dalla grave perdita. Una ragazza solare, Ilaria, che nonostante la malattia, non aveva perso il sorriso, aperto e gioviale con tutti. Ed era lei che, nonostante la sofferenza, dava coraggio ai suoi amati genitori, al marito, alla sorella ed al fratello. Da ieri, Ilaria riposa in pace nel locale cimitero dove il suo corpo è stato tumulato. Ilaria, però, vivrà per sempre nel cuore e nel ricordo di quanti l’anno conosciuta, apprezzata e amata.

Franco Maurella

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments