Redazione Paese24.it

Aveva tumore maligno. Dal buio alla luce. Messaggio di speranza dall’ospedale di Cosenza

Aveva tumore maligno. Dal buio alla luce. Messaggio di speranza dall’ospedale di Cosenza
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – Quotidianamente veniamo a conoscenza di episodi di presunta malasanità, fenomeno quest’ultimo ancora più risonante in Calabria dove è sotto gli occhi di tutti l’affanno di una sanità che spesso è capace di ledere finanche il diritto alla salute dei cittadini. La grave carenza di una seria politica sanitaria non ha valorizzato  le tante  professionalità ed eccellenze presenti nella sanità della nostra regione, come logica conseguenza si è creata una notevole sfiducia nei cittadini costretti a farsi curare in strutture fuori regione con non pochi disagi per gli ammalati ed i loro famigliari. Fatta questa doverosa premessa, mi corre l’obbligo morale di essere controcorrente ed esaltare oltre che ringraziare quei professionisti sanitari che operano in Calabria, con l’intento di guarire una sanità malata ed assicurare la loro assistenza a quanti hanno bisogno di cura, nonostante le tante difficoltà  prodotte dal sistema.

In breve la mia testimonianza: la mia aspettativa di vita cambia nel momento in cui mi viene diagnosticato un tumore maligno al 3° inferiore dell’esofago che mi impedisce di alimentarmi regolarmente, un quadro clinico severo che necessita di un intervento chirurgico delicato, di alta chirurgia  e con elevati rischi per la mia sopravvivenza. Dopo giorni di angoscia; la domanda cosa fare? a chi affidarmi ? anch’io come tanti calabresi mi preparo ad affrontare il cosiddetto viaggio della speranza verso il Nord? Ma, grazie alla tenacia di mio fratello operatore sanitario, alla disponibilità e al rassicurante intervento del dott. Foscaldi, vengo affidata alle cure mediche dell’Annunziata di Cosenza. Qui trovo disponibilità, umanità, competenza e professionalità nei dottori Sebastiano Vaccarisi ed Andrea Denegri che mi accompagnano per tutto il percorso clinico diagnostico/terapeutico pre e post chirurgico.

La mia gratitudine e ringraziamento a tutti coloro che ho incontrato e mi hanno accompagnato in questo delicato percorso della mia vita, in modo particolare all’equipe chirurgica che mi ha assistita per 8 ore in sala operatoria e composta dai dottori: Sebastiano Vaccarisi,  Andrea Denegri, Vincenzo Pellegrino, Ilenia Cavaliere e Stefano Granieri; nonché tutto il personale sanitario (medici, infermieri, OSS ) della U.O.C. di Chirurgia Toracica dell’Ospedale Annunziata di Cosenza. E’ grazie a loro se oggi posso scrivere questa mia rassicurante testimonianza con l’intento di  dare fiducia e speranza a quanti avranno necessità di essere curati  per qualsiasi  malattia nella nostra amata terra di Calabria.

Testimonianza della signora E.P. di Saracena (Cs)

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest

1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
PIETRO
PIETRO
6 mesi fa

NON tutto é negativo, in Calabria, nella sanità; forse siamo noi Calabresi a sottovalutare le eccellenze esistenti in Calabria.