Redazione Paese24.it

Cosenza. Statua di Giacomo Mancini realizzata da artista della scultura a Maradona

Cosenza. Statua di Giacomo Mancini realizzata da artista della scultura a Maradona
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

“Sono lieto di annunciare che è iniziata la prima fase per la realizzazione della statua che riporterà Giacomo Mancini tra la sua gente. Ho iniziato a lavorare alla struttura e al modello in argilla dell’opera (nella foto). Poi si procederà con forma a tasselli in gesso e gomma siliconica. E infine passerò alla fusione dell’opera con l’antica tecnica della “cera persa”, usata dai maestri dell’antica Grecia. Documenterò ogni fase cosi da tenere continuamente informati i tanti che aspettano il ritorno a Cosenza del Leone Socialista”. Queste – riporta una nota della Fondazione Giacomo Mancini – le parole di Domenico Sepe, ormai divenuto una star della scultura italiana per le sue numerose opere in bronzo, compresa la suggestiva statua a ricordo di Diego Armando Maradona, installata poche settimane fa nei pressi dello stadio San Paolo, oggi dedicato al campione argentino. “Siamo grati a Domenico Sepe – dichiarano Pietro e Giacomo Mancini insieme a tutta la Fondazione – per la passione che dimostra in questo lavoro. E siamo felici ed emozionati che il progetto proceda secondo la tempistica che ci siamo dati. E anche per questo vogliamo dire grazie, grazie e ancora grazie a coloro che hanno già donato il loro contributo per la realizzazione dell’opera. La statua, lo ricordiamo, viene realizzata attraverso una libera raccolta di fondi che continua”.

CHI ERA MANCINI – Giacomo Mancini (Cosenza, 1916-2002), eletto nell’Assemblea Costituente, fu ministro nel primo governo dopo la Liberazione dal nazi-fasciscmo. Sedette in parlamento come primo deputato socialista della Calabria e contribuì alla nascita e allo sviluppo del partito nel Sud Italia. Segretario del Partito Socialista Italiano; ministro della Sanità prima e ai Lavori Pubblici poi nei governi Moro e Rumor dove nell’ultima fase vestì anche i panni di ministro del Mezzogiorno. Il suo contributo per la costruzione della Salerno-Reggio Calabria, il porto di Gioia Tauro, l’aereporto di Lamezia Terme, l’Università della Calabria. Meridionalista convinto e concreto, venne eletto sindaco di Cosenza nel 1993.

Vincenzo La Camera

 

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments