Redazione Paese24.it

Salute. Casa di Comunità a Villapiana. Minoranza propone struttura da riconvertire

Salute. Casa di Comunità a Villapiana. Minoranza propone struttura da riconvertire
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

Casa della Comunità: il gruppo di Minoranza “Insieme per Villapiana”, al fine di accelerare i tempi, propone di utilizzare un edificio privato (nella foto) – ben visibile percorrendo la vecchia Ss 106 – da completare e da riconvertire in sede della suddetta struttura socio-sanitaria. Come è infatti noto, l’esecutivo regionale guidato dal Presidente Roberto Occhiuto, d’intesa con i sindaci, ha formulato e già inviato all’Agenas ministeriale un Piano di razionalizzazione della Medicina Territoriale da finanziare con i fondi del Pnrr, individuando nella provincia di Cosenza n. 6 Case della Salute, n. 7 Centrali Operative Territoriali e ben 21 Case di Comunità di cui, per l’Alto Jonio, una a Rocca Imperiale e una a Villapiana. Niente a che vedere, per la cronaca, con la rete ospedaliera di cui fa parte l’ex Ospedale di Trebisacce. Le case di comunità dovrebbero essere presidi sanitari di assistenza primaria con strumentazione polispecialistica.

In entrambi i casi, sia a Rocca Imperiale che a Villapiana, nel suddetto Piano si parla di far ricorso a “edifici da adeguare” oppure a “edifici da realizzare ex novo”, la qual cosa, ovviamente, ne allungherebbe di molto i tempi. Da qui la proposta, avanzata nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale da parte della Minoranza “Insieme per Villapiana” di far ricorso, previo accordo con la proprietà, al suddetto edificio che ne avrebbe tutti i requisiti, a partire dal posto baricentrico e prossimo alla ex S.S. 106, ma che era stato realizzato con ben altre finalità.

“I progetti collegati alle risorse del Pnrr, – dicono i consiglieri comunali del suddetto Gruppo Consiliare – come è risaputo, hanno tempi di realizzazione molto veloci e comunque nascono nel contesto di una collaborazione istituzionale con le amministrazioni locali”. E’ per questo che, secondo quanto riferiscono, per guadagnare tempo e favorire la realizzazione di un così importante presidio sanitario, il consigliere Luigi Bria, medico di professione, ha segnalato la presenza sul territorio cittadino del suddetto immobile collocato tra l’altro in un punto strategico e baricentrico per l’intero Comprensorio che potrebbe essere adeguato in tempi brevi alla nuova destinazione. “Non possiamo perdere questa occasione – sostiene “Insieme per Villapiana” – e chiediamo pertanto al sindaco Paolo Montalti di convocare subito un Consiglio Comunale tematico per addivenire nell’immediato a una scelta fondamentale per il nostro paese e per l’intero Comprensorio”.

Pino La Rocca

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments