Redazione Paese24.it

Trebisacce. Primo giorno di scuola per un bimbo ucraino in fuga dalla guerra

Trebisacce. Primo giorno di scuola per un bimbo ucraino in fuga dalla guerra
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

Giornata di festa alla Scuola dell’Infanzia “San Giovanni Bosco – Plesso Luna” dell’Istituto Comprensivo “Corrado Alvaro” di Trebisacce che ha aperto le porte al piccolo Nazar, 5 anni, bimbo ucraino accolto, questa mattina (giovedì 10 marzo), con un coro di benvenuto intonato dai nuovi compagnetti di classe, entusiasti di poterlo abbracciare e accogliere in aula, e con i colori della sua bandiera, il giallo e azzurro, e del tricolore italiano. Al nuovo piccolo alunno sono stati consegnati, dal dirigente scolastico, matite, quaderni, colori e astuccio, per farlo sentire, immediatamente, a suo agio e al pari degli altri bambini.

L’Italia intera si è attivata, sin da subito, per dare accoglienza ai profughi che scappano dalla guerra in Ucraina; ciascuno a proprio modo. Le istituzioni, i singoli cittadini, la scuola, le associazioni, la Chiesa, per far sì che trovino luoghi sicuri, dove vivere in maniera dignitosa, e con aiuti – denaro, abbigliamento, farmaci e beni di prima necessità – da destinare alla terra colpita dai bombardamenti. Tante le vittime innocenti e, tra questi, a farne le spese sono i più piccoli, costretti a vedere con i propri occhi cose più grandi di loro, e a subire situazioni di conflitto, paura, con occhi spaventati e i loro cappottini per coprirsi dal freddo. E, allora, la scuola diventa luogo fondamentale per educare ai valori di solidarietà, rispetto e uguaglianza, e formare, sin da piccoli, cittadini attivi e consapevoli.

Federica Grisolia

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments