Redazione Paese24.it

Trebisacce. Ancora un’auto a fuoco nella notte

Trebisacce. Ancora un’auto a fuoco nella notte
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

Altra auto a fuoco in pieno centro abitato e nel cuore della notte a Trebisacce. E anche questa volta, impossibilitati ad operare per carenza di personale i Pompieri Volontari di Trebisacce, l’auto è stata completamente distrutta dal fuoco prima che sul posto arrivassero i Vigili del Fuoco del Distaccamento Permanente di Castrovillari. Come del resto è successo alle due auto andate a fuoco esattamente 15 giorni addietro nei pressi della Scuola Elementare “San Giovanni Bosco”.

Anche questa volta, come si diceva, il fuoco, sviluppatosi nel corso della notte (verso l’1.30) tra giovedì e venerdì della Settimana Santa, ha completamente distrutto l’auto. Talmente distrutta da risultare quasi irriconoscibile. Pare, infatti, trattarsi di una berlina, di proprietà di cittadini extracomunitari residenti nei pressi del luogo dell’incendio, di marca Fiat, di colore bianco, ma dal modello reso indecifrabile dalle fiamme.

L’auto questa volta era parcheggiata in pieno centro e precisamente all’angolo tra via Duca di Genova e via Torricelli, (la traversa dell’ex Inam). Momenti di confusione e di panico, anche questa volta, quelli vissuti dalle famiglie che abitano in quel quartiere prima che sul posto, oltre ai Carabinieri della Stazione di Trebisacce al comando del Maresciallo Natale Labianca, arrivassero, nel rispetto dei tempi tecnici, i Vigili del Fuoco di Castrovillari che hanno provveduto a completare lo spegnimento del fuoco, a mettere in sicurezza le abitazioni circostanti e ad effettuare, in collaborazione con i Carabinieri, i rilievi tecnici destinati a fare luce, si spera, su un fenomeno che sta diventando preoccupante.

Pino La Rocca

© Questo contenuto è protetto da copyright. E’ vietata la riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione. Ricordiamo che non è lecito, senza autorizzazione, neppure riprodurre l’articolo citandone la fonte.

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments