Redazione Paese24.it

Amendolara. Liguori replica a Melfi. «Continuerò a rappresentare il nostro gruppo»

Amendolara. Liguori replica a Melfi. «Continuerò a rappresentare il nostro gruppo»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

di Vincenzo La Camera – Non si fa attendere la replica del consigliere di minoranza Antonio Liguori, candidato a sindaco alle recenti amministrative ed oggi capogruppo di “Esserci per Amendolara”. Appena ieri, il neo coordinatore del Pd, Mario Melfi, aveva rimproverato a lui – e all’altro consigliere di minoranza dello stesso gruppo, Antonio Varlaro – un certo isolamento nelle azioni di opposizione all’Amministrazione Comunale, senza quindi confrontarsi con il gruppo Pd che ha sostenuto il progetto “Esserci per Amendolara”, né tantomeno con gli altri simpatizzanti e sostenitori del gruppo [LEGGI]. Ma Liguori non ci sta a passare per quello che scende dalla nave per mettersi in proprio. «Ringrazio coloro che hanno creduto in me e che mi hanno affidato il grande compito di rappresentare questo progetto – scrive Liguori nella nota stampa inviata al nostro giornale -. Continuerò nel mio compito di consigliere di minoranza e lavorerò per portare in seno al Consiglio Comunale quelle idee di cui era caratterizzato il gruppo “Esserci per Amendolara”. Io e Antonio Varlaro – continua – ci faremo carico delle istanze dei cittadini. Il gruppo “Esserci per Amendolara” resta al servizio di tutti». Poi una stoccata a Mario Melfi, il quale, per Liguori, si farebbe portavoce di un partito, il PD, «che non riesce a raggiungere nemmeno il numero minimo di cinque iscritti, per la regolare celebrazione del congresso di circolo».

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest

1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
GIUSEPPE PAGANO
GIUSEPPE PAGANO
15 giorni fa

Bisogna,però.essere attivi e presenti sempre.In verità,la parte più dinamica dell’opposizione è rappresentata,oggi, dal solo gruppo di minoranza rappresentata da Maria Rita Acciardi e Falsetti Rocco.