Redazione Paese24.it

Rossano. I Fuochi di San Marco ricordano la notte del terremoto del 1836

Rossano. I Fuochi di San Marco ricordano la notte del terremoto del 1836
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

di Antonio Le Fosse – Si è svolta a Rossano la 187ª edizione dei “Fuochi di San Marco” nella lunga serata del 24 aprile 2023 nel centro storico bizantino. Un appuntamento fra memoria ed intrattenimento, passando per la cultura, la tradizione, l’enogastronomia. Un evento riuscito, nonostante il forte vento, grazie alla sinergia fra l’Amministrazione Comunale di Co-Ro e le diverse realtà locali. Anche quest’anno, come da quasi due secoli, è stato ricordato nelle piazze e nei quartieri il terremoto che, nel lontano 1836, mise in ginocchio Rossano e tutto il suo comprensorio, costringendo i tanti cittadini sopravvissuti a realizzare dei falò improvvisati per riscaldarsi dal freddo della notte. Da allora sono passati 187 anni e, ancora oggi, si rinnova in città una tradizione antica e popolare che ha visto l’intera comunità locale radunarsi davanti alle focarine, nella lunga notte del 24 aprile, per tenere vivo il ricordo di ciò che accadde allora.

Il centro storico di Rossano, per l’occasione, si è illuminato dalle luci delle focarine. Concerti live nelle piazze ed anche nelle chiese della città antica. In Piazza Steri si è esibita la Banda della Posta, un’orchestra che ripropone un repertorio di quadriglie, mazurke, polke, valzer e tarantelle degli anni ’20 e ’30. In Piazza Toscano Mandatoriccio c’è stata la Quadriglia di Longobucco. In Piazza Duomo, invece, si è esibito il gruppo musicale “Cuore Etniko”. A San Marco le note del gruppo musicale “La Treska”. Tutto il centro storico, poi, è stato attraversato dalle esibizioni di artisti di strada e gruppi musicali itineranti. Ampio spazio è stato dedicato anche alle famiglie e ai più piccoli, con l’edizione targata “Fuochi di San Marco del Family Fest”, in piazza Martucci si è esibito Mario Barnaba con lo spettacolo “In valigia”, mentre all’interno di Palazzo San Bernardino c’è stato lo spettacolo a cura del Teatro della Maruca con “Pulcinella e Zampalesta nella terra dei fuochi”. I numerosi visitatori, inoltre, hanno potuto ammirare la mostra d’arte collettiva dal titolo: “La Notte dei Fuochi” a cura di PC Art Patrizia Crupi e Ercolino Ferraina nei locali dell’Ex Pescheria a pochi metri dalla Cattedrale.

 

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments