Redazione Paese24.it

Incidente Villapiana, resta in carcere l’autista del camion

Incidente Villapiana, resta in carcere l’autista del camion
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

carcereResterà in carcere V.S., 33 anni, di nazionalità bielorussa, l’autista dell’autoarticolato che domenica mattina all’alba, percorrendo la Variante alla S.S. 106 in direzione Taranto, si è scontrato con un autobus di emigrati calabresi provenienti dalla Svizzera, provocando due morti, tra cui un ragazzino di 12 anni, e ben 17 feriti. Dalle analisi eseguite a suo carico è risultato che era di 3.0, contro il limite consentito di 0.5, quindi ben sei volte superiore alla norma, il tasso alcolemico presente nel suo sangue al momento dell’incidente che, come si ricorderà, è avvenuto alle 5.00 del mattino.

Proprio per questo il Gip del Tribunale di Castrovillari Annamaria Grimaldi, ha convalidato il fermo dell’uomo e ne ha disposto la detenzione in carcere, così come aveva chiesto il Sostituto Procuratore Maria Sofia Cozza. L’autista bielorusso che ha provocato la collisione, come abbiamo riferito in sede di cronaca, si era dovuto asserragliare nella cabina del camion per sottrarsi al linciaggio dei passeggeri. Dopo le analisi e gli accertamenti eseguiti presso il CAPT di Trebisacce, l’autista era stato arrestato e condotto presso la Casa Circondariale di Castrovillari. E’ proprio qui che si è svolta l’udienza di convalida degli arresti.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *