Redazione Paese24.it

Teatro amatoriale, una delegazione della Fita Cosenza ricevuta da Monsignor Satriano

Teatro amatoriale, una delegazione della Fita Cosenza ricevuta da Monsignor Satriano
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
La Delegazione della FITA Cosenza con il Vescovo Satriano  (Foto del Reporter Antonio Le Fosse)

La Delegazione della FITA Cosenza con il Vescovo Satriano (Foto  Antonio Le Fosse)

Una nutrita delegazione del Comitato provinciale della FITA (Federazione Italiana Teatro Amatori) di Cosenza, presieduta dal neo-eletto Presidente dott. Antonio Maria D’Amico, è stata ricevuta, in udienza privata, da S.E. Mons. Giuseppe Satriano (Vescovo dell’Arcidiocesi di Rossano-Cariati). All’incontro con il presule, avvenuto nella mattinata di venerdì 9 gennaio all’interno della Curia Arcivescovile, hanno preso parte, tra l’altro, l’addetto-stampa della FITA Cosenza, il giornalista Antonio Le Fosse, il Presidente della Compagnia Teatrale “Eden” di Mirto Crosia, dott. Nicola D’Amico, il Presidente dell’Associazione Teatrale “Vincenzo Tieri” di Corigliano Calabro, dott. Salvatore Viteritti, il Presidente dell’Associazione Culturale “Teatro Anch’io” di Corigliano Calabro, dott. Giuseppe Pellegrino, ma anche alcuni attori ed i familiari delle diverse compagnie teatrali amatoriali affiliate alla FITA. E’ stato un incontro emozionante, in cui, durante il colloquio tra le parti, si è voluto tracciare le linee programmatiche da mettere in atto nei prossimi mesi, affinché si possa instaurare un proficuo rapporto di cooperazione tra la FITA e l’Arcivescovado finalizzato a creare quelle sinergie in modo tale da diffondere ulteriormente la cultura, su più fronti, in questo importante territorio. Il Vescovo, fin da subito, ha condiviso il programma del giovane e ambizioso Presidente D’Amico, tant’è che ha chiesto la sua fattiva collaborazione in vista della festa dei giovani nella prossima primavera ed in altri eventi organizzati dalla Diocesi di Rossano-Cariati. Il Presidente D’Amico, con grande gioia, ha colto al volo l’invito del Vescovo Satriano dando, fin da subito, la sua totale disponibilità.

Al termine dell’incontro, dopo lo scambio dei doni, il padre Arcivescovo ha voluto impartire la sua benedizione all’intera delegazione arrivata nella città bizantina ed ha augurato al nuovo Comitato provinciale della FITA Cosenza buon lavoro nel solco della crescita culturale tramite la promozione del teatro amatoriale. Pienamente soddisfatto il Presidente D’Amico che, subito dopo l’incontro con l’Arcivescovo, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “E’ stato un incontro emozionante e, allo stesso tempo, costruttivo all’insegna del confronto sulle diverse tematiche in cui si vuole creare un nuovo percorso di collaborazione tra le parti per portare avanti una serie di iniziative nel segno della cultura. L’incontro di stamani con S.E. Mons. Giuseppe Satriano è stato da stimolo per continuare ad operare su questo territorio con più convinzione e mettere in atto diversi programmi socio-culturali, da portare nelle scuole e nelle parrocchie dell’intero territorio, coinvolgendo direttamente le nostre compagnie teatrali affiliate alla FITA. Il nostro scopo principale è quello di avvicinare tanti bambini e studenti al teatro in modo tale da dare un seguito alla nostra identità culturale legato anche al nostro dialetto. Vorrei ringraziare, infine, il padre Arcivescovo per la straordinaria accoglienza e per le belle parole di incoraggiamento nel proseguire in questa mission finalizzata, come ribadisco e sottolineo ancora una volta, nel voler diffondere la cultura del teatro amatoriale in tutta la Provincia di Cosenza ed allargare, allo stesso tempo, la famiglia della FITA con l’affiliazione delle numerose compagnie teatrali operanti nei 155 comuni del cosentino.” D’Amico, dopo l’emozionante incontro con il Vescovo, ha convocato, per i prossimi giorni, una riunione con il direttivo della FITA per stilare le linee guida da portare avanti per tutto il 2015 e il programma da presentare al Presidente della Provincia di Cosenza, Arch. Mario Occhiuto, ai sindaci dei 155 comuni cosentini, all’Arcivescovo Satriano, ma anche ai Dirigenti scolastici dell’intero territorio. Una mission, quella della FITA Cosenza, finalizzata a far emergere la cultura del teatro.

 Antonio Le Fosse

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *