Redazione Paese24.it

Trebisacce, la Latronico respinge accuse: «Non sopporto chi tenta di impedire libertà di pensiero»

Trebisacce, la Latronico respinge accuse: «Non sopporto chi tenta di impedire libertà di pensiero»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Scorcio di Trebisacce

«Come funzionario del Ministero degli Interni esercito la mia professione con umiltà e sempre nel rispetto dei ruoli e dell’altrui pensiero. Ciò  non toglie che io esisto anche come persona fisica, come cittadina che vive quotidianamente la propria realtà a Trebisacce e si preoccupa, anche come mamma, della crescita sana del territorio dove far crescere il proprio figlio. Non ho paura del confronto, quello sano, civile e costruttivo e quindi non sopporto quanti tentano di mettere l’antico bavaglio del potere, tentando di impedire l’esercizio democratico del libero pensiero, insultando e offendendo». E’ quanto scrive la dottoressa Loredana Latronico che risiede a Trebisacce ma è dirigente dell’Ufficio di Segreteria del comune di Villapiana, che nei giorni scorsi, nel corso di un incontro pubblico, è stata accusata di essere l’ispiratrice del movimento civico “Trebisacce Futuro”, la qual cosa sarebbe in contrasto con il proprio ruolo istituzionale. E’ da questa accusa che la Latronico si difende, attaccando però a testa bassa: «E’ impressionante – scrive Loredana Latronico – vedere il cambiamento di alcune persone quando, da una situazione di modestia, arrivano a una posizione di “pseudo potere”; da persone “umili, gentili, calorose”, si trasformano in diffidenti, tuttologi, illiberali. Non accettano confronti, non ammettono critiche, impartiscono lezioni di etica professionale e lezioni di galateo comportamentale,  come agire, su cosa fare o non fare, su cosa dire o non dire». Lo sfogo, per la verità, non termina qui e dimostra ancora chiaramente che la campagna elettorale ha lasciato uno strascico polemico e di astio da cui i dirigenti delle due opposte fazioni e, più in generale, le persone di buon senso dovrebbero prendere le distanze e adoperarsi veramente per il ripristino della moderazione e di una più democratica convivenza civile.

Pino La Rocca

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *